Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

Il Palazzo della Cultura “Antonello da Messina”

Basato su un progetto del 1975 dell'ingegnere Aldo D'Amore e dall'architetto Fabio Basile, dopo varie vicissitutini (tra le quali il ritrovamento di alcuni reperti archeologici), ha visto finalmente la luce sul finire degli anni 2000 il Palazzo della Cultura di Messina. Più precisamente il 16 aprile 2009 sono stati conclusi i lavori iniziati nel 2005, dopo 30 anni dal progetto.

Ubicato nella parte centrale del viale Boccetta, che rappresenta per la città di Messina la prima via di accesso per gli automobilisti provenienti dalle autostrade A20 e A18, è costituito da tre edifici destinati ad ospitare uffici per la cultura, la più grande biblioteca cittadina, un teatro da 850 posti con 4 platee, fossa per l'orchestra e cabine per la regia televisiva delle manifestazioni, un auditorium per la musica all'aperto, tra i più grandi e moderni d'Italia, ed ancora un salone esposizioni collocato sul terrazzo dell'edificio.

La struttura a piramide rovesciata è stata ottenuta ovviamente tenendo conto che Messina è zona sismica di 1ª categoria. Alcune polemiche sono nate per la notevole somiglianza dell'opera con il Municipio di Boston ipotizzando addirittura una copia dei progettisti messinesi. L'aspetto curioso della vicenda è il fatto che il municipio di Boston è datato 1969 e rischia di essere demolito. Il Municipio della città di Boston vanta il triste primato di esserenella lista dei 10 edifici più brutti del mondo, lista redatta dal sito di turismo Virtualtourist.

Il 12 febbraio 2010 il Palazzo della Cultura Antonello da Messina, questo il nome alla fine scelto dal Comune di Messina è stato inaugurato al pubblico. L'occasione è stata la presentazione del progetto del Ponte sullo stretto di Messina alla presenza dei vertici della Stretto di Messina S.p.A e della Impregilo, impresa aggiudicataria e del ministro delle infrastrutture Altero Matteoli.


Potrebbero interessarti...

  • “Messina nel ‘900” Apre un nuovo percorso museale dedicato alla storia della città dello stretto

    L'interesse verso la storia recente della nostra città, e la voglia di far conoscere eventi passati con l'ausilio di reperti storici, immagini, iconografie e filmati, il prossimo 20 maggio, fa un grande balzo in avanti con l’inaugurazione delle mostre permanenti realizzate al Museo “Messina nel ‘900” allestino nell’ex “Ricevero-Bunker Antiaereo Cappellini”. Il Museo del 900 Messinese si trova nella parte alta del Viale Boccetta ed è diretto da Angelo Caristi.
    Le due mostre permanenti, dal titolo “Difesa dello Stretto – dai castelli alle fortificazioni umbertine” e “Iconografie e propaganda della I Guerra Mondiale”, rappresentano attraverso una raccolta di cimeli storici, uno studio di conservazione della memoria collettiva il cui fine è di portare avanti un progetto unico che possa rivelarsi utile a tutta la città.

  • Domenica 21 Dicembre visite guidate a Forte Cavalli

    Per chi ancora non ha avuto il piacere di visitare quella che ormai viene definita dai più la terrazza sullo stretto, domenica 21 dicembre potrà godersi lo splendido panorama dall'alto della Fortezza Umbertina che domina la lingua di mare che divide la Sicilia dal continente. E' l'occasione per visitare il Forte e tornare indietro nel tempo rileggendo la storia militare della città grazie ai reperti conservanti nel museo della struttura fortificata di Larderia.

  • La città negata: 2° tavolo di condivisione per il recupero delle aree militari e dell'affaccio a mare di Messina

    Lunedì 24 e martedì 25 novembre, alle ore 9.30, al Palazzo della Cultura "Antonello da Messina" si terrà il laboratorio tematico di PiCo del PRG dal tema "La città negata: 2° tavolo di condivisione per il recupero delle aree militari e dell'affaccio a mare di Messina".

  • A Forte Ogliastri “DiVini Day”

    Nel weekend a Forte Ogliastri un appuntamento imperdibile sabato 15, dalle ore 9 alle 24, e domenica 16, dalle 9 alle 13. Nella fortezza umbertina si terrà il “Divini Days”.

    Un evento culturale promosso dall'assessorato alla Cultura ed organizzato dalla V circoscrizione insieme al Comitato tecnico scientifico di Forte Ogliastri composto da Conservatorio Corelli e dagli Istituti Antonello, Basile e Cuppari.

  • Save the Frogs Day 2014

    Il 26 Aprile al Centro Polifunzionale dell' Azienda Foreste Demaniali di Messina, per celebrare la giornata internazionale per la salvaguardia degli anfibi, il “Save the Frogs Day”!

Notizie dai Forti Messinesi

Eventi ai Forti di Messina

Fortificazioni Messinesi

You are here:   HomeMessinaCultura di MessinaIl Palazzo della Cultura “Antonello da Messina”

Contatti

Sito Web: www.messinafortificata.it

Puoi scriverci utilizzando il  Modulo Contatti o inviandoci una mail all'indirizzo: messinafortificata[@]hotmail.it
----------------------------------------------------------
Seo & Ottimizzazione by BlogJoomla.it
Sito realizzato dalla T'WA di Messina
PI:03100660830

 

Cos'è Messina Fortificata

Messina Fortificata vuole essere punto di incontro per chiunque sia interessato alla bellezze militari della nostra città ed allo sfruttamento culturale e ricreativo delle strutture.

Continua a leggere...