I Forti dello Stretto nella rete euro-mediterranea per la valorizzazione del patrimonio fortificato

L'ingresso dei Forti Umbertini Messinesi nella rete internazionale Forti che Uniscono – FARO per i Forti” non può che favorirne il recupero attraverso lo studio, progetti e programmi atti a garantirne una fruizione efficace, istruttiva, costante.

Ad occuparsi della valorizzazione del patrimonio internazionale fortificato è la Marco Polo System che dopo anni di lavoro, ricerca, studio e progettazione hanno dato il via, ufficialmente dal 2007, ad un’azione pionieristica nata dal dialogo e dalla collaborazione con numerosi associazioni di volontari con cui, insieme, si prosegue nel costruire un percorso, raccogliendo esperienze di gestione e prospettive di recupero già dagli anni ‘80. L'ingresso dei Forti Umbertini Messinesi nella rete non può che favorirne il recupero e garantirne una fruizione costante.

L'agenzia di promozione e propulsione nel campo della tutela e valorizzazione del patrimonio fortificato oggi si occupa di strutturare relazioni internazionali, concependo e realizzando progetti europei e ricerche scientifiche che saranno utilissimi per aprire "i balconi sullo stretto di Messina" ad un pubblico più ampio e competente.

Il Comune di Messina ha espressamente richiesto l'ingresso nel circuito il 2 marzo 2019 con delibera di Giunta. La risposta positiva non è tardata ad arrivare, ed i Forti Messinesi entrano ufficialmente nella "Comunità Patrimoniale" impegnata nella salvaguardia, valorizzazione e promozione del patrimonio fortificato tramite un azione integrata e condivisa a livello Euro-Mediterraneo.

Il network vuole interpretare quindi il patrimonio fortificato e le architetture militari come un elemento vivo e dinamico dei territori e tessuti sociali che li ospitano, puntando a dare ai luoghi, caratterizzati da tali vestigia, una dimensione "sconfinata" con azioni di tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio fortificato che diventa così un potente elemento di unione che si estende in tutto il bacino mediterraneo e che fa da piattaforma per progetti congiunti di sviluppo.

A breve i primi incontri e gli step iniziali.

Related items

  • Bus & Trekking - Il Calendario 2018

    Il progetto nasce dopo la pubblicazione del libro "Camminare e Raccontare i Peloritani", unica guida dedicata al mondo del trekking che racchiude numerosissimi percorsi che si snodano lungo tutto l'arco dei Monti Peloritani.

    Saranno tredici gli itinerari che condurranno alla scoperta delle bellezze paesaggistiche del territorio anche grazie all'Azienda Trasporti Messinese che metterà a disposizione dei mezzi dedicati.

  • “Messina nel ‘900” Apre un nuovo percorso museale dedicato alla storia della città dello stretto

    L'interesse verso la storia recente della nostra città, e la voglia di far conoscere eventi passati con l'ausilio di reperti storici, immagini, iconografie e filmati, il prossimo 20 maggio, fa un grande balzo in avanti con l’inaugurazione delle mostre permanenti realizzate al Museo “Messina nel ‘900” allestino nell’ex “Ricevero-Bunker Antiaereo Cappellini”. Il Museo del 900 Messinese si trova nella parte alta del Viale Boccetta ed è diretto da Angelo Caristi.
    Le due mostre permanenti, dal titolo “Difesa dello Stretto – dai castelli alle fortificazioni umbertine” e “Iconografie e propaganda della I Guerra Mondiale”, rappresentano attraverso una raccolta di cimeli storici, uno studio di conservazione della memoria collettiva il cui fine è di portare avanti un progetto unico che possa rivelarsi utile a tutta la città.

Menù Principale

You are here:   Home

Contatti

Sito Web: www.messinafortificata.it

Puoi scriverci utilizzando il  Modulo Contatti o inviandoci una mail all'indirizzo: messinafortificata[@]hotmail.it
----------------------------------------------------------
Seo & Ottimizzazione by BlogJoomla.it
Sito realizzato dalla T'WA di Messina

 

Cos'è Messina Fortificata

Messina Fortificata vuole essere punto di incontro per chiunque sia interessato alla bellezze militari della nostra città ed allo sfruttamento culturale e ricreativo delle strutture.

Continua a leggere...