Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

Milazzo: al Castello “La Musica è Poesia”

Il 28 ed il 29 settembre, alle 21,30, il Castello di Milazzo ospita La Musica è Poesia, il multiforme e affascinante rapporto fra poesia e musica: questo il tema che si intende affrontare, fornendo informazioni tecniche, riassumendo nozioni e principi fondamentali, proponendo riflessioni teoriche.

"Ci ostiniamo a chiamare canto i versi del poeta e che nell'immaginario collettivo quest'ultimo sia una figura che regge una lira o un altro strumento con cui accompagnare musicalmente i suoi versi. Le parole oltre che il loro significato materiale, hanno anche il senso del loro suono, nascono nello spirito della musica al potere evocativo delle loro sillabe e ombre, e delle ombre nascoste nelle loro sillabe."

Dal mito greco ci parla del poeta-musico Orfeo, che col canto trascinava belve, pietre e piante, e di Anione, figlio di Zeus che suonando la lira fece rotolare spontaneamente le pietre. Fin dalla notte dei tempi l’uomo usò la voce come mezzo di espressione musicale, solo in un secondo momento furono impiegati strumenti veri e propri.

Reading e presentazione poesie dell’esordiente Mariella Bellinvia (Interprete Lingue Straniere, ex assistente di volo, ha collaborato per vari periodici locali nella stesura di articoli e recensioni musicali per band internazionali. Impegnata nella costruzione di un romanzo) pubblicate nel volume “Viaggi di Versi 45” Collana Nuovi Poeti Contemporanei Casa Editrice Pagine s.r.l Roma - dall’ Editore,Saggista e Poeta Elio Pecora. Pubblicato dal mese di Agosto 2013 in vendita su Amazon.it arricchito dalla sinossi di Elio Pecora.
Visualizzare anteprima link seguente: http://www.poetipoesia.com/autore/mariella-bellinvia/

Tre poesie vertono esclusivamente sul tema musica: pianoforte e violino. Un legame intenso e primordiale che il musicista instaura col proprio strumento, simboleggia un’unione indissolubile come una vera simbiosi amorosa. Una storia lunga e tortuosa che racconta di un rapporto intrinseco e mai pacifico, di una tensione e un concertare continuo che genera bellezza ed estasi sviluppandosi con modi sempre diversi e misteriosi dove le ragioni, la forza, la fascinazione dell’una e dell’altra arte si alternano nel sopraffarsi e nel fondersi armonicamente in un’unica espressione artistica. Le poesie sono prevalentemente in rima alternata e baciata. Trapela l’amore dell’autrice per il suo mondo musicale, da cui proviene il suo linguaggio ricco di metafore e similitudini. Le poesie comunicano la capacità dell’autrice di scoprire un significato nascosto in ogni cosa, un mistero che solo la poesia sa cogliere. Le parole hanno valore sia per il contenuto che esse esprimono che per l’armonia, il suono che generano quando s’incontrano, dopo essere state scelte ed avvicinate per sottolineare la potenza della parola, come significato e sonorità. Vengono plasmate dal suono e arrivano a noi sotto forma d'emozione. Suoneremo una poesia e leggeremo la musica. Un concerto di parole allietato dalla lettura delle note…
“Io, uditore, segretamente col piano vittime entrambe siamo,
solo l’esecutore può dargli vita inesorabilmente, lo sappiamo
è una pianta che muore di silenzio e polvere senza l’acqua del pianista
che lo fa danzare e cantare al sol tocco dell’ artista”…
Il libro è in vendita sul sito Libreria online Amazon.it corrispondente a questo link http://www.amazon.it/Viaggi-di-Versi-45-ebook/dp/B00EA8MPYW/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1375644030&sr=1-1
Introduzione e premessa sulle origini della mitologia greca dal mito Orfeo a citazioni storiche di classici compositori e scrittori sul mondo musica e poesia con brevi cenni storici. La raffinata pianista Natalie Andaloro, figlia d’arte, diplomata al Conservatorio Corelli Messina, insegnante di pianoforte eseguirà composizioni personali e brani contemporanei celebri. La sua tecnica versatile ed esibizione sonora e vellutata ci delizierà di accordi e frasi velocissime scivolando con una fluidità dai ritmi incalzanti e complessi, a ritmi lenti ed avvolgenti. Il violinista Giovanni Alibrandi dal 1997 è Violino di Fila stabile presso l’Orchestra del Teatro “V. Emanuele” di Messina, nelle cui fila ha suonato con direttori e solisti di fama internazionale. E’ docente di ruolo presso le scuole secondarie ad indirizzo musicale della provincia di Catania dal 2011 ed è autore di brani di musica elettronica con l’aggiunta di violini acustici ed elettrici. Ha inciso inoltre per Warner, Universal, Carosello, CNI Compagnia Nuove Indie e per RAI, RAI International, Canale 5 e Sky Classica.
Nella suggestiva cornice del Castello di Milazzo Sabato 28 Settembre alle 21.30 - Ex Convento delle Benedettine.

Ingresso libero con brindisi finale.

Potrebbero interessarti...

Notizie dai Forti Messinesi

Eventi ai Forti di Messina

Fortificazioni Messinesi

You are here:   HomeEventi & Notizie dai FortiEventi ai FortiMilazzo: al Castello “La Musica è Poesia”

Contatti

Sito Web: www.messinafortificata.it

Puoi scriverci utilizzando il  Modulo Contatti o inviandoci una mail all'indirizzo: messinafortificata[@]hotmail.it
----------------------------------------------------------
Seo & Ottimizzazione by BlogJoomla.it
Sito realizzato dalla T'WA di Messina

 

Cos'è Messina Fortificata

Messina Fortificata vuole essere punto di incontro per chiunque sia interessato alla bellezze militari della nostra città ed allo sfruttamento culturale e ricreativo delle strutture.

Continua a leggere...