Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

Gli Eventi e le Ultime Notizie dai Forti Messinesi

Il progetto nasce dopo la pubblicazione del libro "Camminare e Raccontare i Peloritani", unica guida dedicata al mondo del trekking che racchiude numerosissimi percorsi che si snodano lungo tutto l'arco dei Monti Peloritani.

Saranno tredici gli itinerari che condurranno alla scoperta delle bellezze paesaggistiche del territorio anche grazie all'Azienda Trasporti Messinese che metterà a disposizione dei mezzi dedicati.

Domenica 9 giugno, dalle ore 10,00 alle ore 12.30, ci sarà l’ultima apertura al pubblico prima della pausa estiva.

Gli addetti militari esteri accreditati presso il Governo della Repubblica Italiana sono stati ospiti della piazza militare di Messina.

Promossa da Slow Food, sabato 25 maggio si celebra a Forte Petrazza e in 300 piazze italiane "Slow Food Day - La rivoluzione con il cibo", una giornata dedicata al cibo buono e giusto. In occasione dell'evento, si proporranno alcune azioni che avranno come tema portante la lotta allo spreco del cibo ed i rifiuti zero. Slow Food Day sarà articolato in una serie di iniziative che si svilupperanno durante la giornata.

Domenica 14 aprile "Prove tecniche di sparo a Forte Cavalli, a cura della Compagnia d'Armi Rinascimentale della Stella". Una visita al museo storico, un panorama mozzafiato, un giro della struttura fortificata e un salto netto nel passato.

Il progetto InCastro nasce da un idea di un gruppo di giovani messinesi per la valorizzazione, promozione e fruizione dei Forti Umbertini e del patrimonio fortificato dello Stretto.

“InCastro”, nome del progetto, è un termine che fa riferimento sia al luogo oggetto della progettualità, sia all’unione delle caratteristiche di ogni forte, con lo scopo di creare un unico sistema. Il progetto è tra i 229 progetti ammessi ai fondi dell’Accordo di Programma Quadro compresi nell’azione 7 - Giovani e Lavoro, firmato dalla Regione Siciliana con il ministero dello Sviluppo economico, i dipartimenti per le Politiche di sviluppo e coesione e della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei ministri.
La sua realizzazione, della durata di un anno, nasce dallo spirito e dal legame alla città di Davide Rizzo, Clara Sturiale, Santino Giaconia e Antonino Rizzosi. Il progetto, con la partnership con l’Unità di progetto del Comune di Messina (struttura organizzativa per la valorizzazione del patrimonio artistico-culturale della città di Messina) punta alla creazione di una rete dei Forti e delle Fortificazioni, dal punto di vista telematico, museale, turistico, commerciale e infrastrutturale riconoscibile su scala nazionale ed internazionale.

Il nuovo libro di Vincenzo Caruso, edito dalla Edas e presentato lo scorso novembre al Centro Polivalente della Forestale “Sarrizzo”, propone una inedita ricerca che ha portato all'identificazione e al censimento delle opere murarie realizzate a supporto della rete stradale di comunicazione militare tra i Forti Umbertini della città di Messina.

Con un ribasso vicino al 30 % su un importo a base d’asta di 127mila euro aggiudicato il cottimo fiduciario per gli interventi che permetteranno il ripristino della chiusura dei varchi d’accesso che avevano determinato nel tempo uno stato di totale degrado ed abbandono della struttura fortificata.

Sarà la ditta Parrino Gaetano di Alcara Li Fusi, con un ribasso del 29,78%, ad effettuare i lavori.

Alla gara erano state invitate 15 ditte, iscritte nell'elenco generale delle imprese di fiducia del Comune per l'anno 2012, ed erano pervenute 6 istanze di partecipazione.

Operazioni aggiornate al 21 dicembre per la gara di importo di 127mila euro che permetterà il ripristino della chiusura dei varchi d’accesso di Forte Schiaffino che avevano determinato nel tempo uno stato di totale degrado ed abbandono, e si inseriscono nel programma di recupero e riqualificazione dell’intero bene da destinare ad attività culturali e sociali.

Le operazioni di gara per il cottimo fiduciario per lavori di manutenzione di beni confiscati alla mafia e lavori di messa in sicurezza dell’area esterna di Forte Schiaffino, sono state aggiornate al 21 dicembre. La seduta per l'aggiudicazione dei lavori per 127mila euro si terrà nell'Ufficio del dirigente il Dipartimento patrimonio, in via A. Saffi n. 27 is. 88, I piano.

Gli interventi permetteranno, oltre al ripristino della chiusura dei varchi d’accesso, un programma di recupero e riqualificazione dell’intero bene da destinare ad attività culturali e sociali del territorio che lo circonda, da finanziare attraverso il reperimento di risorse comunitarie o, in alternativa, miste pubbliche e private.

Si è svolta nei locali dell'ex Irrera a Mare l'assemblea cittadina indetta dal Presidente della V circoscrizione Francesco Palano Quero. Si è discusso del futuro della cittadella fieristica, ma anche del conflitto di competenze tra la Regione e l'Autorità Portuale circa le aree demaniali in cui è sita la Fiera.

Un confronto fiume quello tra istituzioni e cittadini – concluso alle nove e mezza di sera - che ha registrato fino alla fine la presenza, tra gli altri, del segretario dell’Autorità Portuale Simone Di Sarcina. Ad aprire il dibattito il presidente Quero che ha ribadito la solidarietà agli occupanti del Teatro in Fiera e la legittimità della loro azione: “Come questi ragazzi hanno occupato ora noi ci dobbiamo ri-occupare dei problemi di quest’area e dell’intera città”.

Durante il dibattito l'intervento di Alessandro Russo, presidente del V quartiere: "Noi questi spazi gli rivogliamo!”  ricordando la battaglia della sua circoscrizione per riaprire Forte Ogliastri.

<< Inizio < Prec 1 2 3 Succ > Fine >>
Pagina 1 di 3

Notizie dai Forti Messinesi

Eventi ai Forti di Messina

Fortificazioni Messinesi

Bunker di Messina

  • Tono
    Il Bunker di Tono si trova a soli 4 metri dal livello del mare. Infatti, serviva per l'osservazione costiera. E' tra le poche strutture del Messinese del tipo a toppa di chiave.
    in Bunker dello Stretto
  • Gesso
    La struttura fortificata chiamata GESSO, in quanto si trova nell'omonimo paese, era utilizzata da postazione circolare monoarma. Sono ancora in ottimo stato, consevati accuratamente dai proprietari, due opere che si trovato ad un altezza sul livelo del mare tra i 210 e 220 metri. Possibile che la struttura avesse un'altra…
    in Bunker dello Stretto
  • Curcuraci
    La struttura a difesa dello stretto chiamata FARO SUPERIORE/CURCURACI è composta da tre opere. Situatu ad un altezza che varia da 240 a 225 metri sul livello del mare seviva da base per un cannone controccarro e per un arma automatica. Le opere sono collegate da un corridoio che probabilmente…
    in Bunker dello Stretto
  • I Bunker Messinesi
    Recarsi in zone ed aree che durante i conflitti sono stati campi di battaglia o particolari punti di osservazione e difesa, ci si imbatte spesso in originali opere di varie dimensioni e forme costruiti in calcestruzzo sia semplice che armato, ma anche composti da cupole blindate o caverna, con mura…
    in Bunker dello Stretto
  • Colle San Rizzo
    Il Bunker COLLE SAN RIZZO composto da due strutture si trova ad un altitudine di 395 metri il primo. A tutt'oggi, questa prima opera si trova in buono stato. E' una struttura atipica mascherata da abitazione civile con tre aperture. Un'altra struttura, poco più in basso (390 m/slm), ha una…
    in Bunker dello Stretto
  • Castanea
    Il Bunker CASTANEA DELLE FURIE situato ad un'altezza dal mare di 450 metri si trova a in località Castanea ed è composto da due opere. Il suo stato è ottimo in quanto, trovandosi su proprietà privato è stato riadattato ad uso civile dai possessori.
    in Bunker dello Stretto
  • Il fronte difensivo messinese in numeri
    Numero approssimativo delle opere permanenti 1935–1943 individuate a Messina Bunker di varia tipologia e dimensioni 36 Postazioni controcarro protette 3 Postazioni controcarro in barbetta 5 Telegoniometri o osservatori di batteria costiera 5 Postazioni circolari a pozzo in barbetta (Tobruk) 4 Batterie contraeree (1 doppiocompito) 2 Batterie antinave + una postazione…
    in Bunker dello Stretto
  • Portella Arena
    Il Bunker di Portella Arena si trova ad un altitudine di 400-405 metri, ha 3 aperture, e ai tempi grazie a due camere di sparo indipendenti ed orientati in direzione opposta copriva un buon angolo di tiro.
    in Bunker dello Stretto
  • San Saba
    Il Bunker di San Saba si trova a Calamona e, come quello di acqualadrone, si occupava principalmente di controllare il tirreno. Si trova ad un altitudine di 65/75 metri sul livello del mare. La sub struttura superiore è in ottimo stato (aveva 3 cannoniere) mentre di quella più bassa rimane…
    in Bunker dello Stretto
You are here:   HomeVisualizza articoli per tag: Forti Umbertini

Contatti

Sito Web: www.messinafortificata.it

Puoi scriverci utilizzando il  Modulo Contatti o inviandoci una mail all'indirizzo: messinafortificata[@]hotmail.it
----------------------------------------------------------
Seo & Ottimizzazione by BlogJoomla.it
Sito realizzato dalla T'WA di Messina

 

Cos'è Messina Fortificata

Messina Fortificata vuole essere punto di incontro per chiunque sia interessato alla bellezze militari della nostra città ed allo sfruttamento culturale e ricreativo delle strutture.

Continua a leggere...